home > chi siamo > Servizi > CREDITO E BANDI > APERTURA DOMANDE SULL'AUTOIMPRENDITORIALITÀ

APERTURA DOMANDE SULL'AUTOIMPRENDITORIALITÀ

Dal 13 gennaio 2016 si sono aperti i termini di presentazione delle domande per usufruire delle agevolazioni relative alla riforma dell'autoimprenditorialità (D.lgs. 185/2000, Titolo I) gestita da Invitalia, che prende il nome di "Nuove imprese a tasso zero".
Lo stanziamento iniziale disponibile è di 50 milioni di euro ed è diretto a tutte le società composte da donne e da giovani sotto i 35 anni che avviano imprese nel campo industriale, artigianale, commerciale e turistico.
Si tratta di agevolazioni sotto forma di finanziamenti "a tasso zero", con un massimo di aiuti concedibili ad impresa pari a 200.000 euro.

Chi può usufruire degli incentivi?
Gli incentivi sono rivolti alle imprese partecipate in prevalenza da donne o da giovani tra i 18 e i 35 anni. Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a patto che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Quali sono i settori finanziabili?
Sono finanziabili le iniziative per: 

- Produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
- Fornitura di servizi alle imprese e alle persone
- Commercio di beni e servizi
- Turismo
Possono essere ammessi anche i progetti nei seguenti settori, considerati di particolare rilevanza per lo sviluppo dell'imprenditorialità giovanile:
- Filiera turistico-culturale, intesa come attività per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonchè per il miglioramento dei servizi di ricettività e accoglienza;
- Innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali o soddisfano nuovi bisogni sociali.

Per maggiori e più dettagliate informazioni al riguardo vi invitiamo a visitare il sito: www.invitalia.it