home > news > NEWS > Ripristinato Obbligo Di Denuncia Fiscale Vendita E Somministrazione Alcolici

Ripristinato Obbligo Di Denuncia Fiscale Vendita E Somministrazione Alcolici

Dopo due anni di esenzione, viene reintrodotta la licenza fiscale di esercizio a carico di numerose attività produttive per la vendita e somministrazione di alcolici.

Il Decreto crescita, convertito nella Legge 28 giugno 2019, n. 58, reintroduce la denuncia fiscale per la vendita di alcolici a carico delle attività che dal 2017 ne erano state esentate e l’obbligo di denuncia fiscale è dunque reintrodotto a decorrere dal 30 giugno 2019, data di entrata in vigore della Legge.

Informiamo che a breve le Autorità incaricate provvederanno a controllare, sul territorio, il rispetto della normativa in oggetto. Per questo motivo ricordiamo che chiunque svolga un’attività commerciale nel settore degli “spiriti”(ristoranti, bar, tavole calde, pizzerie, pub, birrerie, bar, gelaterie, pasticcerie, vendita al dettaglio, commercio all’ingrosso, depositi a scopo di vendita ) e di altri prodotti come liquori, vino, birra, profumeria, alcool puro, alcool denaturato ed altro deve chiedere all’Agenzia delle Dogane, tramite domanda su carta da bollo,  il rilascio della Licenza fiscale di esercizio.

E’ utile pertanto fare distinzione tra le seguenti soggetti:

-       Chi ha iniziato l’attività entro il 28/08/2017

-       Chi ha iniziato l’attività dal 29/08/2017 al 29/06/2019

-       Chi ha iniziato l’attività dopo il 30/06/2019

 

ATTIVITA’ AVVIATA ENTRO IL 28/08/2017

Gli esercenti che svolgono la propria attività prima del 29/08/2017, già in possesso della licenza fisclae rilasciata dall’Agenzia delle Dogane, NON SONO TENUTI AD ULTERIORI ADEMPIMENTI.

Le aziende che avevano effettuato la denuncia prima della soppressione dell’obbligo non devono presentare una nuova denuncia, salvo il caso in cui siano intervenute variazioni nei dati a suo tempo comunicati, in quanto la licenza di cui in possesso ha tutt’ora piena efficacia.

Per coloro che hanno presentato comunicazione preventiva al Suap prima del 29/08/2017, ma non hanno completato la procedura di rilascio della licenza  per l’intervenuta soppressione dell’obbligo, devono, entro il 31/12/2019 presentare apposito modello all’Agenzia delle Dogane.

ATTIVITA’ AVVIATA DAL 29/08/217 AL 29/06/2019

I soggetti che hanno iniziato l’attività senza essere tenuti ad osservare l’obbligo di denuncia in esame, sono ORA TENUTI a presentare entro il 31/12/2019, la “denuncia di attivazione di esercizio di vendita per quanto attiene la disciplina accise.

ATTIVITA’ AVVIATA DAL 30/06/2019

La comunicazione presentata al Suap, equivale alla denuncia di attivazione all’Agenzia delle Dogane e di conseguenza il Suap è tenuto a trasmettere tale comunicazione al competente ufficio delle Dogane.

Si chiede comunque di verificare con chi ha eseguito la pratica Suap, la correttezza dell’informazione , in quanto in un primo periodo equivalente a circa un mese e mezzo la modulistica Suap, non prevedeva l’inclusione della pratica Dogana. Pertanto in questo caso va ripresentato il modello di denuncia fiscale.

ATTIVAZIONE SPORTELLO

A tal proposito abbiamo immediatamente attivato l’UFFICIO LICENZE per l’ assistenza per la regolarizzazione della vostra posizione, chiedendo cortesemente la massima tempestività, viste le sanzioni per la mancata regolarizzazione della posizione.

Se siete interessati vi chiediamo di predisporre i seguenti documenti:

  •          due marche da bollo da 16.00 euro l’una;
  •          documento di identità del titolare o legale rappresentante,
  •          copia della scia di inizio attività

 e contattare i nostri uffici per appuntamento al numero 0523/461834 Dott.ssa Silvia Pagliari Ufficio Licenze

Costo della pratica Euro 40.