home > associazioni > ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA > FEDERMODA > NEWS > REGOLAMENTAZIONE ORARI DEI NEGOZI: ALLA CAMERA LA PROPOSTA DI LEGA E M5S PER LO STOP ALLE APERTURE DOMENICALI

REGOLAMENTAZIONE ORARI DEI NEGOZI: ALLA CAMERA LA PROPOSTA DI LEGA E M5S PER LO STOP ALLE APERTURE DOMENICALI

E’ stata incardinata in Commissione Attività Produttive alla Camera la proposta di legge, a prima firma dell’Onorevole Barbara Saltamartini, che disciplina gli orari degli esercizi e limita le aperture nei gironi festivi alle sole domeniche del mese di dicembre oltre ad altre quattro domeniche o festività durante l’anno.
Il disegno di legge, composto di due soli articoli, di fatto abroga i due articoli che hanno liberalizzato le aperture dei negozi e in particolare l’articolo 31 del cosiddetto “Salva Italia” varato dal governo Monti, che aveva introdotto su questo fronte la massima autonomia da parte degli esercizi. La norma attualmente in vigore prevede infatti che “le attività commerciali (..) e somministrazione di alimenti e bevande sono svolte senza il rispetto di orari di apertura e di chiusura, dell’obbligo della chiusura domenicale e festiva, nonché quello della mezza giornata di chiusura infrasettimanale dell’esercizio.” Il nuovo testo reintroduce la chiusura domenicale obbligatoria e affida a comuni e regioni il compito di determinare il nuovo quadro delle regole, fissando un massimo di circa otto aperture straordinarie.
A commento delle proposte delle forze politiche sulle aperture domenicali, Confcommercio ha dichiarato: “E’ importante che si sia avviato l’esame parlamentare dei disegni di legge in materia di regolazione delle aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali. Confcommercio auspica che ci sia una fase di dialogo e di ascolto per affrontare il tema nel merito evitando gli errori del passato con l’obiettivo di tenere insieme le esigenze di servizio dei consumatori, la libertà delle scelte imprenditoriali e la giusta tutela della qualità di vita di chi opera nel mondo della distribuzione commerciale”.
Maggiori informazioni a questo LINK.