home > associazioni > ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA > AGENTI DI COMMERCIO FNAARC > NEWS > ACCORDI ECONOMICI COLLETTIVI

ACCORDI ECONOMICI COLLETTIVI

Rinnovati industria, Confapi e artigianato. Sono stati recentemente rinnovati gli Accordi economici collettivi dei settori industria, Confapi e artigianato,
con i primi due entrati in vigore gia lo scorso 1° Settembre e il terzo valido dal 1° Gennaio 2015.
Di seguito una sintesi della modifiche introdotte dai nuovi AEC rispetto ai precedenti:
- Variazioni di lieve entità, efficacia con il consenso dell'agente
- Variazioni di media entità, riduzione della percentuale dal 20 al 15 per cento; 
- L'insieme delle variazioni apportate negli ultimi 18 mesi sono da considerarsi come unica variazione;
- Esclusione dell'addebito del campionario per motivi diversi dalla mancata consegna o deterioramento;
- Il patto di prova può essere inserito solo sul primo contratto a termine;
- Interessi per il ritardato pagamento delle provvigioni come previsto dal d.Lgs. 231/2000 e successiva modifica con d.Lgs n.192 del 9 Novembre 2012.
- Diritto alle indennità anche per pensionamento di vecchiaia o anticipata Inps
- Nuova formulazione dell'identità meritocratica (che entrerà in vigore il 1° Gennaio 2016) in certi casi, superiore all'attuale;
- Sospensione del rapporto per un periodo di 12 mesi in caso di gravidanza;
- Sospensione del rapporto per un periodo di 5 mesi in caso di interruzione della gravidanza;
- Estensione della sospensione anche in caso di affidamento o adozione di minore;
- E' stato inserito e previsto il diritto all'indennità per quanto riguarda il pensionamento per invalidità, 67 per cento; anche per il caso della cosiddetta "rottamazione" delle licenze e al diritto all'indennità per il raggiungimento della pensione di vecchiaia Inps.
- La tempistica per rifiutare gli ordini da parte della mandante è cambiata e passata da 60 a 30 giorni;
- Diritto e titolarità all'agente delle somme accantonate a titolo di Firr.