home > associazioni > ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA > AGENTI DI COMMERCIO FNAARC > NEWS > DECRETO "LIGHT": PROROGA E-FATTURA MA OBBLIGO PAGAMENTI CON MEZZI TRACCIABILI

DECRETO "LIGHT": PROROGA E-FATTURA MA OBBLIGO PAGAMENTI CON MEZZI TRACCIABILI

L'introduzione del decreto "light" del 28 giugno 2018 n.79, ha consentito la proroga della fatturazione elettronica al 01/01/2019.
La soluzione scelta dal Governo passa per il doppio binario, ovvero l’e-fattura nelle cessioni di carburanti per autotrazione ai titolari di partita IVA diventerà obbligatoria solo con il nuovo anno, data dalla quale l’emissione del documento digitale si estenderà a tutte le operazioni tra i privati. Il citato decreto non ha tuttavia prorogato l’obbligo di pagamento dei carburanti mediante mezzi tracciabili. Pertanto, ai fini della deducibilità del costo e della detraibilità IVA, già a partire dall’01 luglio 2018, il pagamento del carburante dovrà essere effettuato esclusivamente mediante carte di debito, carte di credito, carte prepagate o altri strumenti di pagamento tracciabili.

In ragione di tale differimento, pertanto, tutti i soggetti titolari di Partita Iva, fino al 31/12/2018 potranno documentare gli acquisti di carburante, alternativamente con:

- scheda carburante;
- mezzi elettronici tracciabili (carte di debito, certe di credito o carte prepagate);
- fattura elettronica.

La scelta del Governo sul posticipo della prima parte dell’operazione e-fattura si può spiegare con due ragioni: la prima è di carattere finanziario, in quanto la posticipa totale del provvedimento avrebbe gravato in modo significativo sulle casse pubbliche. La seconda è puramente di carattere pratico per non penalizzare gli operatori che si sono già mobilitati per emettere la fatturazione elettronica.