home > associazioni > ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA > FIPE > News > CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO LEGGE N. 135/2018 “SEMPLIFICAZIONI”

CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO LEGGE N. 135/2018 “SEMPLIFICAZIONI”

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge n.12 sulla cui approvazione il Governo ha posto la questione di fiducia, con cui è stato convertito in Legge, con modificazioni, il Decreto Legge n. 135 del 14 dicembre 2018, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione.

Grazie al lavoro della Federazione Nazionale, sono stati ritirati alcuni emendamenti potenzialmente lesivi per le categorie rappresentate.

In allegato, a fondo pagina, si trasmette un sintetico dossier riepilogativo delle norme di maggior interesse per il vostro settore.

Fra le disposizioni già introdotte dal D.L. – e oggetto di disamina nella circolare Fipe sopra citata- figurano (i) l’istituzione di una Sezione speciale, nell’ambito del Fondo di Garanzia dedicata a interventi di garanzia in favore delle piccole e medie imprese che risultino in difficoltà nella restituzione delle rate di finanziamenti già contratti con banche e intermediari finanziari e siano titolari di crediti nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (art. 1 ), (ii) l’abrogazione dell’obbligo della tenuta del libro unico del lavoro in modalità telematica (art. 3), nonché (iii) le disposizioni relative all’abolizione del SISTRI (art.6)

In sede di conversione in Legge, il Parlamento ha poi introdotto ulteriori disposizioni. Fra queste, in particolare è bene segnalare:

  • L’introduzione di una particolare ipotesi di nullità delle clausole disciplinanti i termini di pagamento a favore delle piccole e medie imprese (art. 3, comma 1-terdecies)
  • Le modifiche alla disciplina relativa all’obbligo di richiesta del certificato di agibilità da parte delle imprese dello spettacolo (imprese dell’esercizio teatrale, cinematografico e circense; teatri tenda; enti, associazioni, imprese del pubblico esercizio, alberghi, emittenti radiotelevisive e impianti sportivi);
  •  La previsione di alcune misure di deburocratizzazione per le imprese (cfr. art. 3-quarter), fra le quali l’introduzione di modalità semplificate per la redazione dell’atto di scioglimento o messa in liquidazione per le società a responsabilità limitata semplificata di cui all’art. 2463-bis del codice civile;
  • La modifica apportata all’art. 4, della Legge n. 4/2011 in materia di etichettatura dei prodotti alimentari

In merito a quest’ultima disposizione è bene chiarire che l’obbligo di indicazione del luogo di provenienza non riguarda i pubblici esercizi che effettuano somministrazione, i quali, in virtù dell’art. 19 comma 9 del D.Lgs n. 231/17, sono tenuti solo ad indicare la presenza degli allergeni (obbligo invece valido per i soggetti che si occupano di etichettatura degli alimenti)

Le disposizioni complete si posso consultare nel dossier allegato.