home > news > Rinnovo concessioni di chioschi o posteggi per edicole, fioristi o per la somm. alim. e bevande su aree pubbliche in scadenza entro il 31/12/2020

Rinnovo concessioni di chioschi o posteggi per edicole, fioristi o per la somm. alim. e bevande su aree pubbliche in scadenza entro il 31/12/2020

Comunicazione a tutti gli iscritti Edicole, Fioristi e P.E. di somministrazione di alimenti e bevande per il rinnovo delle concessioni di aree pubbliche ( chioschi o posteggi non i semplici dehors esterni ai locali ), in scadenza entro il 31/12/2020

Entro il 31/12/2020 i Comuni debbono avviare d’ufficio la verifica dei requisiti utili per il rinnovo delle concessioni. Se non ricevi comunicazioni dal Comune sede del tuo posteggio / chiosco , verifica di persona all’albo Pretorio esposto nell’Edificio comunale (e sul sito internet del Comune), se il procedimento è stato avviato e controlla i termini di scadenza del procedimento stesso.

Nel caso il Comune ti richieda personalmente i dati necessari, devi compilare il format richiesto, altrimenti richiedi informazioni sulle modalità di presentazione dei dati necessari.

Entro il 31/12/2020 devi controllare il corretto possesso dei tuoi requisiti di:

- ONORABILITÀ: ovvero requisiti morali che devono essere posseduti da te o dall’eventuale tuo preposto in caso di ditta individuale ovvero dal legale rappresentante, dal preposto o da tutti i soci in casi società di capitali o di persone.

- PROFESSIONALITÀ (per i soli operatori del settore alimentare o della somministrazione): sia in caso di ditta individuale che di società di persone o di capitali, debbono essere posseduti o da te o dal legale rappresentante o in alternativa dall’eventuale preposto all’attività;

- ISCRIZIONE ALLA CCIAA: quale ditta attivaper l’esercizio del commercio su aree pubbliche;

- DURC: se richiesto e previsto dalla Regione, regolare al 30 giugno 2021.

ATTENZIONE:

Se la tua azienda è stata affittata a terzi, la domanda la devi fare tu, con gli stessi requisiti di cui sopra, salvo l’iscrizione alla CCIAA, alla quale in caso di cancellazione o di collocazione come ditta inattiva, devi reinscriverti entro il 30 giugno 2021

Puoi anche non essere iscritto alla CCIAA se sei in malattia purché certificata e comunicata al Comune, entro il 31 /12 /2020, idem se sei in assistenza di un figlio minorenne portatore di handicap o se sei in fase di successione mortis causa.

Il termine di conclusione del procedimento, è differito per un periodo massimo di 6 mesi dalla data dell’avvio, fermo restando il diritto degli operatori di proseguire l’attività oggetto della concessione, nelle more del procedimento stesso.

I soggetti interessati inviano al Comune, nel termine prescritto dal procedimento, comunque non inferiore a 30 gg. dall’inizio dello stesso, una comunicazione recante i dati necessari al rinnovo (ragione sociale, p.iva e c. fiscale, estremi dei titoli abilitativi e concessori da rinnovare, numero di iscrizione alla CCIAA- fatte salve le gravi cause di impedimento temporaneo o la circostanza della pregressa cessione dell’azienda -, l’indicazione delle concessioni da rinnovare in caso di eccedenza del limite previsto dalle Linee Guida Mise.

Per le cause di grave impedimento temporaneo di cui sopra, il soggetto presenta una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;

Il rilascio del nuovo titolo e’ soggetto alla sussistenza della regolarità del Durc ed è comunque rilasciato anche in presenza di rateizzazione del debito contributivo.

Nel nuovo titolo concessorio, sono riportati gli estremi del vecchio titolo e i diritti di priorità connessi , sono trasferiti sul nuovo titolo.

 

Per info :

0523/ 461834 Silvia Pagliari -

0523/ 461809 Gian Luca Barbieri -

0523/461811   Lorenzo Montanari –